Navigazione veloce
Home > Continuità e accoglienza

Continuità e accoglienza

LOGO 1 (1)foto (6)

c1ee10f6-3968-45e6-bf86-63ec7800d1c7WP_20160205_14_49_39_Pro

Denominazione progetto CONTINUITA’ – ACCOGLIENZA
Situazione su cui interviene Nello sviluppo di un curricolo verticale, si individua la necessità di valorizzare le fasi della crescita dal bambino all’adolescente e di accompagnare gli alunni nei momenti di passaggio fra un ciclo e l’altro con attività di accoglienza. Si vuole intervenire per eIiminare il disagio legato alla discontinuità mediante la strutturazione di attività volte a favorire lo star bene a scuola e la conoscenza reciproca.

Particolare attenzione viene posta all’accoglienza degli alunni con disabilità o neoarrivati.

Risultati attesi Il curricolo ha la finalità di sviluppare competenze sociali e civiche, spirito d’iniziativa e intraprendenza; consapevolezza ed espressione culturale artistica, musicale, e corporea; comunicazione nella madre lingua e le abilità ad esse sottese.

Verranno realizzati percorsi di continuità nelle classi ponte e lo sviluppo di UdA a partire dai traguardi di competenza.

Particolare cura sarà data ai momenti di accoglienza in ingresso.

Percorso di accoglienza:

PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA

Creare un ambiente sereno nella sezione.

Favorire l’autonomia del singolo esplicitando poche e chiare regole del vivere comune.

Favorire il riconoscimento dell’appartenenza al gruppo.

Favorire la sicurezza attraverso attività piacevoli e rilassanti.

Favorire la condivisione di oggetti, spazi, giochi.

Avere cura dei propri oggetti e di quelli della scuola.

Avviare alla percezione del tempo al fine di anticipare e dominare gli eventi.

PER LA SCUOLA PRIMARIA

Garantire agli alunni un passaggio sereno e positivo dalla Scuola dell’Infanzia alla Primaria.

Sostenere i bambini nelle nuove relazioni con coetanei ed adulti consolidando le regole della convivenza già apprese.

Creare un clima accogliente per motivare ogni bambino all’apprendimento.

Creare un clima sereno che permetta alle insegnanti di monitorare gli alunni sotto il profilo cognitivo e relazionale ( prima conoscenza della classe).

PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Promuovere e facilitare il buon inserimento di ogni alunno a scuola affinché ciascuno si senta accolto.

Potenziare le capacità e l’impegno dei soggetti coinvolti nel processo di accoglienza dell’altro.

Favorire la formazione, la coesione e il senso di auto efficacia del gruppo classe.

 

Attività previste Laboratori disciplinari e interdisciplinari; attività peer to peer; tutoraggi; interviste; visite alle scuole; attività performative condivise; giornalino.